Notizie

DACHSER: una strategia a lungo termine a tutela del clima

La protezione attiva del clima fa parte della responsabilità integrativa di DACHSER. Il provider logistico è in prima fila nella difesa del clima con una logistica efficiente ed innovazioni tecnologiche, insieme a clienti e partner che intendono impegnarsi attivamente per trasformare la logistica in una logistica sostenibile. Solo in questo modo sarà possibile raggiungere l'obiettivo nel medio e lungo termine, di contenere l’aumento della temperatura media globale ben al di sotto della soglia dei 2°C, dell'accordo di Parigi e gli obiettivi di protezione del clima dell'Unione Europea e di molti altri paesi.

DACHSER a tutela del clima
DACHSER a tutela del clima

Oltre a soluzioni intelligenti per una logistica urbana sostenibile, DACHSER si sta impegnando anche a realizzare misure per ridurre le emissioni di CO2 e gas serra, sia nei trasporti regionali ed a lunga distanza che nelle sue 400 filiali, in tutto il mondo. Questo implica un miglioramento dell'efficienza dei processi, per esempio: l’impiego di strumenti di ottimizzazione digitale o nell’utilizzo di mega trailers. Il pacchetto di misure comprende anche un ulteriore incremento dell’ efficienza energetica, da qualche tempo l'azienda sta sostituendo l'impianto di illuminazione con quello a tecnologia a LED e sta convertendo la sua flotta di mezzi di trasporto su strada, in mezzi moderni con batterie agli ioni di litio, oltre ad un maggiore utilizzo di fonti rinnovabili e di mezzi elettrici. A oggi, DACHSER soddisfa più del 60% del proprio fabbisogno globale di energia, producendo in loco, energia da impianti fotovoltaici ed acquistando energia eolica ed idroelettrica. La Germania ed i Paesi Bassi soddisfano quasi il 100 % del proprio fabbisogno elettrico da fonti rinnovabili. "Vogliamo continuare ad incrementare la quota di green energy ma soprattutto, desideriamo incrementare la produzione di energia rinnovabile, anche perché la domanda di energia elettrica generata in modo sostenibile, crescerà in modo massiccio nei prossimi anni con un aumento della mobilità elettrica", spiega il CDO di DACHSER Stefan Hohm.

Ricerca e sviluppo

Promuovere lo sviluppo e l’impiego di carburanti e sistemi di alimentazione alternativi, fa parte della strategia di tutela del clima di DACHSER. In aggiunta ai mezzi elettrici, già in uso per alcune consegne ad emissioni zero, ed in fase di test per usi alternativi, il provider logistico sta valutando anche l’impiego di mezzi fuel cell ed a idrogeno verde. "Diversi studi che ci vedono impegnati in prima persona, mostrano che i mezzi a fuel cell avranno un ruolo determinate nel rendere il trasporto su strada, privo di emissioni, entro la fine del secolo. Ecco perché stiamo già lavorando attivamente su questa tecnologia con diversi partner", dice Hohm.

"Diversi studi che ci vedono impegnati in prima persona, mostrano che i mezzi a fuel cell avranno un ruolo determinate nel rendere il trasporto su strada, privo di emissioni, entro la fine del secolo. Ecco perché stiamo già lavorando attivamente su questa tecnologia con diversi partner", dice Hohm.

DACHSER è membro dell'Associazione Tedesca per l'idrogeno e le Fuel cell (DWV) e collabora con l'Università Tecnica di Aachen RWTH e l'Università di Scienze Applicate di Kempten, e con una azienda come Daimler Trucks,  nella ricerca e lo sviluppo della tecnologia ad idrogeno.

In aggiunta a mezzi elettrici, già in uso per alcune consegne a emissioni zero, ed in fase di test per usi alternativi, il provider logistico sta valutando anche l’impiego di mezzi fuel-cell ed a idrogeno verde.
In aggiunta a mezzi elettrici, già in uso per alcune consegne a emissioni zero, ed in fase di test per usi alternativi, il provider logistico sta valutando anche l’impiego di mezzi fuel-cell ed a idrogeno verde.

Responsabilità sociale d'impresa

La strategia a salvaguardia del clima si completa con l’impegno per uno sviluppo sostenibile che va ben oltre il modello di business di DACHSER. Da oltre un decennio, DACHSER è impegnata in diversi progetti, insieme all'organizzazione umanitaria Terre des Hommes  in paesi come l’India, il Nepal, il Brasile e la Namibia. La tutela delle risorse naturali sta assumendo un ruolo sempre più importante, poiché le popolazioni dei paesi in via di sviluppo sono particolarmente colpite dagli effetti negativi del surriscaldamento globale.

Contattaci Vittoria Meini